L’olio
extravergine
DOP Collina di Brindisi

 

L’olio “DOP Collina di Brindisi” presenta caratteristiche di fruttato medio con gradevoli sensazioni gustative di amaro e piccante e chiari sentori di carciofo e cardo, particolarmente indicato per minestre di verdure, legumi e pinzimoni.

 

Olivaggio: 70% Ogliarola salentina; 30% Coratina e Frantoio


L’olio extravergine DOP “Collina di Brindisi” è uno dei primi oli italiani che ha avuto l’ambito riconoscimento DOP dell’ Unione Europea. Si produce nei territori collinari della provincia di Brindisi ed è delimitata dall’intero territorio amministrativo dei comuni di Carovigno, Ceglie Messapica, Cisternino, Fasano, Ostuni, S. Michele Salentino, San Vito dei Normanni e Villa Castelli.

Il disciplinare di produzione prevede forme di conduzione degli oliveti molto rigide, con limitazioni riguardanti la produttività per ettaro e il ricorso a sistemi rispettosi dell’ambiente relativamente all’uso di prodotti antiparassitari e diserbanti di sintesi. Le olive prescelte sono per il 70% dalla varietà locale “Ogliarola o Chiarita” e per il restante 30% da altre varietà presenti sul territorio. Queste ed altre regole ben codificate consentono di garantire un prodotto di alta qualità che presenta le seguenti caratteristiche peculiari: intensità di fruttato media, leggera percezione di piccante e amaro. L’acidità massima non deve superare l’8%.

 

STORIA ED ORIGINE DEL PRODOTTO

 

La coltivazione dell’olivo nell’area delimitata dal disciplinare è di origine antichissima, documenti notarili risalenti al XII secolo riportano transazioni commerciali riguardanti la compravendita di olio d’oliva. Chiaramente la costituzione degli oliveti risale ad epoche precedenti. L’olio di oliva assunse la forma di valuta di scambio pregiata dal momento che veniva utilizzato per l’acquisto di bestiame ed altro. “L’Olea Iapygia” denominata da Plinio è la varietà dominante sul territorio, comunemente detta “Ogliarola o Chiarita presenta caratteristiche uniche quali la dolcezza e l’alta resa in olio.

 

TECNICHE DI PRODUZIONE

L’olio Extravergine di oliva “Collina di Brindisi” è ottenuto da olive sane provenienti in maggior parte dalla varietà “Ogliarola”, le quali oltre ad essere raccolte direttamente dalla pianta o per brucatura a mano o grazie a mezzi meccanici devono essere molite al massimo entro 48 ore dalla raccolta. La lavorazione deve essere effettuata nell’ambito dell’area territoriale delimitata dal disciplinare di produzione. Per l’estrazione dell’olio sono ammessi soltanto processi meccanici e fisici atti a produrre oli che presentino il più fedelmente possibile le caratteristiche peculiari originarie del frutto.

Le olive devono essere sottoposte a lavaggio a temperatura ambiente ed ogni altro trattamento è vietato. L’estrazione deve avvenire esclusivamente a freddo. Rigorose analisi chimico-fisiche seguono la fase di estrazione e sono necessarie per ottenere la certificazione definitiva di conformità con quanto dettato dalle regole del disciplinare. La fase di imbottigliamento deve essere completata entro 45 giorni dall’ottenimento delle certificazioni e deve essere effettuata sempre nella stessa area di produzione. Nell’ipotesi che vengano oltrepassati i predetti 45 giorni, le analisi vanno ripetute per controllare se qualcuno dei parametri ha subito delle variazioni che possono determinare una non rispondenza con i valori minimi stabiliti dal disciplinare, nel qual caso la partita di olio residua non può più ottenere la certificazione di conformità.

CARATTERISTICHE DEL PRODOTTO

 

Colore

dal verde al giallo

Odore

Fruttato medio

Sapore

Fruttato con leggera percezione di amaro e piccante

Acidità Max

0,8 grammi di acido oleico per 100 grammi di olio.

Numero di perossidi

<=14 Meg 02/Kg

K232

<=2,40

K270

<=0,160

Acido Linolenico

<=0,80%

Acido Linoleico

<=11%

Punteggio al Panel Test

<=6,5

 

 
Via Tenente A. Specchia, 30 --- Corso Mazzini, 7 (punto vendita) --- 72017 Ostuni (Br)
Tel./fax: +39 0831 332952 - Cell. +39 3336373516
P.IVA 02057880748
email: info@sololio.it